Progetti Erasmus

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

L'IIS “Vittorio Emanuele II” sostiene attivamente l'integrazione, le buone pratiche e l'innovazione sociale e culturale in ambito internazionale ed europeo, partecipando al programma Erasmus+ con diversi progetti .


ERASMUS+ KA1 Learning Mobility of Individuals - Youth Exchange

Gazte Art

Applicant: Horbel Gizarte Ekimeneko Kooperatiba – Zarautz - Spagna (Paesi Baschi), ottobre 2017 – Napoli, dicembre 2017

Partecipanti dall’IIS Vittorio Emanuele II: Maria Grazia Perelli, Antonio Buonpensiero, Claudia Mollo.

Scopo principale del progetto è lo sviluppo delle abilità artistico-creative e delle attitudini critiche nei giovani coinvolti allo scopo di promuovere, potenziare o supportare l’autoimprenditorialità o le loro scelte future.

Attraverso visite a centri di produzione artistica e musei, attraverso la fotografia e durante incontri e laboratori guidati da artisti locali nonché durante le attività di educazione non formale i giovani potranno confrontarsi con i propri coetanei spagnoli, condividere gli stessi interessi e sviluppare il proprio spirito critico.


ERASMUS+ KA1 Learning Mobility of Individuals - Youth Exchange

Theatre, Window on the World

Applicant: OHP – Barlinek – Polonia, aprile 2017

Partecipanti dall’IIS Vittorio Emanuele II: Viviana De Martino, Vincenzo Luongo, Francesca Correale

Attraverso il teatro e le arti figurative, il progetto ha offerto ai giovani partecipanti l’opportunità di imparare a superare barriere ed ostacoli, difficoltà nelle relazioni interpersonali, di apprendere come esprimere i propri sentimenti ed emozioni, ma soprattutto di superare timidezza ed imbarazzo a parlare in pubblico, capacità molto utile per chi vuole affrontare il mondo del lavoro o un percorso universitario.

Attraverso una serie di attività educative non formali e di gruppo i partecipanti hanno scoperto come aumentare la propria autostima e uscire dall’isolamento sociale. Le attività svolte sono frutto dell’esperienza dei promotori nell’ambito della comunicazione e del lavoro di gruppo, volto soprattutto all’ascolto dei partecipanti e alla loro integrazione nel combattere la timidezza e il timore di „sembrare ridicoli”. La partecipazione ai laboratori teatrali è stata un’opportunità di esercitare le proprie abilità, di imparare a fare le proprie scelte, di lavorare in gruppo per uno scopo comune. È inoltre appurato che il teatro sia il modo più semplice per impostare il processo di socializzazione rendendo l’apprendimento molto più semplice rispetto ai metodi tradizionali.

Partecipanti dai seguenti paesi: Polonia, Italia, Turchia, Lituania

   


ERASMUS+ KA1 Learning Mobility of Individuals - Youth Exchange

Respect My Differences

Applicant: Foundation People for People – Poronin – Polonia, aprile 2017

 

Partecipanti dall’IIS Vittorio Emanuele II: Erminia Orfè, Maria Grazia Perelli, Salvatore Volpe

Perché definire i disabili “diversi”?

Perché distinguere tra “noi” e “loro”?

Perché stabilire una linea di demarcazione tra i disabili e i cosiddetti “normali”?

Le persone con disabilità intellettuali suscitano spesso emozioni che vanno dalla compassione alla sorpresa, alla mancanza di comprensione fino all’aggressività o alla riluttanza senza ricordare che anzitutto meritano rispetto. Il progetto "Respect my differences" è uno scambio giovanile finanziato ed organizzato nell’ambito del Programma Erasmus+ dedicato a giovani con disabilità intellettuali e non, di età compresa tra i 18 e i 28 anni, provenienti da tre paesi europei: Polonia, Romania e Italia. Il progetto si è svolto nella primavera del 2017 nella regione della Piccola Polonia a circa 80 km da Cracovia. Scopo principale del progetto è stato quello di promuovere l’inclusione e l’integrazione dei disabili con un focus sul problema della discriminazione. I partecipanti sono stati coinvolti in molteplici attività creative, laboratori di arte e sport, aprendosi così a nuove sfide., ma soprattutto a vivere la quotidianità "insieme”. 

   


FROM SCIENCE TO ART: Robotics Science Center with STEM-A
Erasmus+ KA02 Strategic Partnerships: Project Cooperation for innovation and the exchange of good practices - 2016/2018

 

PARTNER

NATIONAL DIRECTORATE OF CIGLI – IZMIR, TURCHIA (COORDINATORE)

1 EPAL KAVALAS – KAVALA, GRECIA

ASOCIATIA  DIRECT – BUCAREST,  ROMANIA

IIS VITTORIO EMANUELE II – NAPOLI, ITALIA

Il progetto intende investigare e sperimentare metodologie didattiche innovative per l'insegnamento delle discipline scientifiche e matematiche, avvalendosi di laboratori STEM+A e pratiche didattiche che adottino prospettive e approcci nuovi per migliorare l'azione di insegnamento/apprendimento nelle classi del futuro, attraverso l'azione interdisciplinare di atelier di robotica, scienze, design e arte.

Una ampia delegazione di docenti e studenti dei Paesi partner è stata ospitata dall'IIS Vittorio Emanuele II, dal 22 al 26 maggio 2017, per prendere parte al fitto programma di laboratori e attività didattiche e culturali programmate per la mobilità italiana.

Nel corso della settimana, abbiamo realizzato molteplici atelier di Robotica, Fisica, Astronomia, Tecnologia, Arte e Design nella sede scolastica e in diversi luoghi della città; in tal modo, gli studenti hanno potuto apprendere nuove conoscenze interdisciplinari, acquisire o consolidare competenze chiave e, allo stesso tempo, conoscere ed apprezzare la poliedrica bellezza e ricchezza culturale della città di Napoli.

Team di sviluppo del progetto

Lisa Somma (coordinatrice)

Amedeo Lepore

Paola Pane

 

Team di supporto al progetto

Consiglia Di Franco

Ivana Scotto di Santolo

Rosa Merola

Silvia Codogni

Concita Cozzolino

Paolo Palermo


Maria Lista


ERASMUS+ KA1 Learning Mobility of Individuals - Youth Exchange

Does Stranger Equal Danger

Applicant: InterAktion – Trofaiach - Austria, settembre 2016

 

Partecipanti dall’IIS Vittorio Emanuele II: Ettore Pelliccio, Salvatore Volpe

 

Il progetto ha avuto come obiettivo quello di incoraggiare i giovani a divenire cittadini attivi e responsabili, contribuendo a realizzare un mondo più equo e sostenibile e sviluppando un senso di      

apprezzamento per la diversità culturale, di affermazione della giustizia sociale e dei diritti umani. Durante lo scambio si è cercato di affrontare questioni come “quali sono i diritti umani, se sono rispettati, cosa possiamo fare per combattere la xenofobia e le discriminazioni...”, anche attraverso un incontro molto toccante con il premio Nobel per la pace l’Iraniana Shirin Ebadi (“per il suo impegno per la democrazia e i diritti umani. Si è concentrata soprattutto nella lotta per i diritti delle donne dei bambini e delle bambine”). 30 giovani, in maniera creativa, sono stati coinvolti nella realizzazione di azioni, iniziative e opere d'arte per affrontare attivamente tematiche quali i diritti umani, la tolleranza, la diversità e il razzismo.

 



 

 21st Century European Classrooms: meeting the challenge of the digital era with innovation and creativity  2014-1-PT01-KA200-001006

 

 

http://www.21digitalclass.com/


Erasmus+ Edu Living & Edu Leaving

http://eduliving.eu/


Progetti Erasmus+ KA01

Love4Tourism: Learning Outcomes Via Exchange for Tourism

http://www.campaniaslow.it/2016/11/13/il-progetto-erasmus-plus-e-love-tourism/


Progetti eTwinning


2016/2017

THE UNIVERSE IS MADE OF TINY STORIES

(questo progetto ha ricevuto il Certificato di Qualità Europeo)

https://live.etwinning.net/projects/project/127928

https://twinspace.etwinning.net/21062/home

 

WEB 2.0 EDUCATION WORLD

https://live.etwinning.net/projects/project/130836

 

Almada (Portogallo) maggio 2014


Homberg (Efze - Germania) aprile 2013


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti